Didattica

Acquista biglietti

Una volta effettuato l’acquisto non sarà possibile modificare data, orario e tipologia biglietto. Non sono previsti annulli e rimborsi.

ATTIVITÀ DIDATTICHE PER LE SCUOLE

a cura di Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura – Servizi Educativi e Culturali.

PERCORSO IN MOSTRA + BREVE LABORATORIO A PASSEGGIO CON MONET
Scuola infanzia, primaria e secondaria di I grado. Durata 1h30 circa.

Un breve percorso guidato in mostra ci permetterà di immergerci nell’affascinante pittura di Monet. Dopo aver visto le ninfee dipinte dall’artista, nel laboratorio ne realizzeremo molte altre utilizzando tempera, acquerello e gouache, per poi farle dondolare in piccole pozzanghere d’acqua così da catturare il riflesso del cielo e la luce del sole, dando vita a un’istallazione capace di riprodurre il movimento tanto caro al pittore impressionista.

VISITA GUIDATA IN MOSTRA
Scuola primaria e secondaria di I e II grado. Durata 1h.

Percorsi articolati per rispondere alle esigenze delle diverse età dei partecipanti sono realizzati in modo da consegnare agli studenti le corrette chiavi di lettura della mostra.

VISITA GUIDATA IN MOSTRA IN LINGUA
Scuola secondaria di II grado. Durata 1h.

La proposta va incontro all’attuazione della metodologia CLIL (Content and Language Integrated Learning).

VISITA GUIDATA IN MOSTRA + TORRE GRIMALDINA
È possibile unire alla visita guidata della mostra anche la visita alla Torre Grimaldina e Carceri del Palazzo.

VISITA GUIDATA IN MOSTRA + PERCORSO IN CITTÀ
Un percorso attraverso alcuni luoghi emblematici della città di Genova.

LABORATORIO IL GIARDINO DI GIVERNY
Scuola infanzia, primaria e secondaria di I grado. Durata 1h30 circa.

Nel corso della sua vita Monet plasmò a Giverny un piccolo angolo di paradiso. Un laboratorio sul colore che, utilizzando tasselli di piccolo formato, darà vita ad una rappresentazione collettiva del suo incantevole giardino.

LABORATORIO PAESAGGIO, VARIAZIONI SUL TEMA
Scuola infanzia, primaria e secondaria di I grado.

Un laboratorio che prende spunto dalla straordinaria capacità di Monet di rendere le vibrazioni della luce sui suoi soggetti, fossero essi le facciate di una cattedrale o covoni di fieno. Partendo da immagini fotografiche del nostro territorio, ci si soffermerà sull’osservazione del soggetto e sulla percezione dei suoi rapidi mutamenti con il variare delle condizioni atmosferiche e del passare del tempo nell’arco della giornata.